Articoli con tag empatia

La relazione medico paziente tra realtà e speranza

“Il significato della stretta relazione interpersonale tra medico e paziente non potrà mai essere troppo enfatizzato, in quanto da questo dipendono un numero infinito di diagnosi e terapie. Una delle qualità essenziali del medico è l’interesse per l’uomo, in quanto il segreto della cura del paziente è : averne cura.” (Dr. Francis Peabody – XIX secolo)

Fino a qualche anno fa, la relazione medico paziente era posta in una sorta di “bolla silenziosa” con la convinzione quasi generale che bisognava diligentemente seguire le indicazioni del medico, senza mai contraddirlo e senza infastidirlo con Leggi tutto >>

Il tempo della malattia

Molto spesso, la malattia è il momento del discernimento… quell’attimo eterno nel quale riesci a comprendere senza alcun filtro, chi veramente ti ama e ti stima e chi invece percorre le strade della sua vita e affianca quelle della tua con ipocrisia e falsità. E’ il momento della crescita interiore, della introspezione profonda, della valutazione di momenti della vita che pensavi dimenticati e della rivalutazione di attimi che ritenevi insignificanti e di poco conto. La malattia è il momento del capovolgimento, dell’inversione di rotta, del contrappasso; è il tempo della saggezza, dello Leggi tutto >>

La comunicazione in medicina

E’ assolutamente impossibile concepire una medicina priva dell’aspetto comunicativo……. Esso è riferito a tutti coloro che fruiscono della scienza medica e che lavorano in tale contesto. Di questa categoria sono parte attiva anche quelle figure apparentemente marginali, ma comunque fondamentali nella relazione di aiuto, come: amici del malato, psicoterapeuti, tecnici specializzati,  assistenti sociali, volontari, familiari.

Ma chiaramente la comunicazione non nasce spontaneamente, ma deve e può essere appresa. Mai come in questo caso l’empatia rappresenta il talento naturale per eccellenza Leggi tutto >>

L’empatia

 

E’ il più terrificante dei sentimenti rendersi conto che il medico non sa vedere la tua realtà, che non sa capire quello che senti, e che sta andando avanti semplicemente di testa sua. Cominciavo a sentire di essere invisibile e forse di non esserci nemmeno. (un paziente)

 

Riuscire ad attraversare il “guscio” degli altri, scavare nel profondo delle persone, percepire l’altrui dolore come il proprio dolore, sentire le sensazioni degli altri… è una sfida veramente grandiosa. Mettersi in ascolto e sentire la voce interna dell’altro è una emozione profonda che ti rapisce.

L’empatia riesce Leggi tutto >>

Torna all'inizio