Articoli con tag amicizia

Un “amico” particolare

Silenzio, vuoto, disperazione, tristezza, fine, condanna, conclusione di un percorso, isolamento, nemico, mille domande, paralisi emotiva, paura, sconfitta, depressione, rifiuto, chiusura totale, morte… oppure consapevolezza,  accettazione, forza, coraggio, determinazione, grinta, rinascita, cambiamento, crescita interiore, amico, illuminazione, dono, vita. Cosa è il cancro? Cosa è stato ed è per me? In punta di piedi giunge nella nostra vita provocando un terremoto interiore che in tutti origina un cambiamento. E’ talmente inaspettato, è talmente subdolo da lasciarti incredulo e senza Leggi tutto >>

Agire e pensare con il cuore

Penso che non esista al mondo una persona alla quale non farebbe piacere un po’ di gentilezza. Quell’accogliente ed avvolgente calore dell’affetto sincero, il fascino limpido della generosità d’animo, il sollievo ed il senso di conforto dell’essere ascoltati, compresi e visti per quello che siamo per davvero, il sostegno sicuro della vera amicizia, il benessere della gratitudine, tutto questo e tantissimo altro ancora è la gentilezza, in una esistenza costantemente violenta, aggressiva e sempre più impersonale; mai come adesso se ne sente la necessità, quasi fisiologicamente. Ricevere un Leggi tutto >>

Chiamami

Se un giorno tu avessi voglia e bisogno di piangere, non farlo in silenzio e solitudine… Chiamami, telefonami, urla il mio nome, scrivimi, vienimi a cercare…svegliami anche nel cuore della notte. Io non posso prometterti di farti dimenticare le tue lacrime e il tuo dolore, ma ti assicuro che piangerei accanto a te porgendoti la mia spalla e tenendoti per mano.

Se un giorno tu dovessi decidere di fuggire da qualcosa o qualcuno, ricordati di chiamarmi, io sono li che aspetto soltanto te… Non ti chiederei mai perché lo fai, non ti farei domande strane o paternali inutili, non cercherei di Leggi tutto >>

Amicizia… elogio del contenuto

(Cicerone – De amicizia, 23) “Cumque plurimas et maximas commoditates amicitia contineat, tum illa nimirum praestat omnibus, quod bonam spem praelucet in posterum nec debilitari animos aut cadere patitur. Verum enim amicum qui intuetur, tamquam exemplar aliquod intuetur sui. Quocirca et absentes adsunt et egentes abundant et imbecilli valent et, quod difficilius dictu est, mortui vivunt; tantus eos honos, memoria, desiderium prosequitur amicorum. Ex quo illorum beata mors videtur, horum vita laudabilis. Quod si exemeris ex rerum natura benevolentiae coniunctionem, nec domus ulla nec urbs Leggi tutto >>

Torna all'inizio