noi secondo noi stessi e secondo gli altri

Ci sono tre tipi di nomi con cui viene chiamata una persona:
Il primo è quello con cui suo padre e sua madre la chiama, il secondo è quello con cui le persone la chiamano, e l’ultimo è quello che ci si guadagna da se stessi.
Impariamo a posizionare nella giusta importanza le tre modalità, e comprendiamo quanto poco rilevante sia ciò che gli altri pensano e dicono di noi.
Io ne ho sentite davvero tante su di me, ogni sorta di aggettivo al negativo è stato utilizzato per definirmi, ma…..IO SO che il mio saper andare dentro il senso delle cose, il mio offrire comprensione, perdono, disponibilità, il mio “esserci” per donare parte dell’anima e non oggetti, il mio esser cosciente delle mie fragilità, dei miei limiti, dei miei errori, RAPPRESENTA la mia arma segreta per non dar seguito alle voci “del vento”, che alla fine si disperdono nell’aria come rumori di fondo.
E’ quel che di buono riusciamo a fare per noi stessi e per gli altri che ci regala la percezione giusta della realtà e che ci dona un nome che sarà NOSTRO per sempre, anche quando la polvere coprirà di oblio il nostro passaggio su questa terra.
Isabella Grumo