La prima e più grande forma di onestà che nella vita siamo chiamati ad onorare, è quella verso se stessi.
Sembra una banalità, una cosa scontata, una frase fatta, ma è la cosa più difficile da mettere in pratica.
L’onestà verso se stessi richiede un grandissimo coraggio ed una forza interiore di proporzioni titaniche. Essere onesti con se stessi significa dare ascolto a quella voce interiore che molto spesso ci parla, ma che noi non ascoltiamo, perchè sovente le cose che ci comunica sono considerate scomode.
Essere onesti con se stessi significa quasi sempre mettersi in discussione in maniera autentica e spesso dolorosa, significa ammettere i propri sbagli, significa avere il coraggio di chiedere scusa, ma sopratutto significa trovare la forza e la determinazione per invertire completamente la rotta di un percorso intrapreso e che non ci porterà da nessuna parte.
Questo tipo di onestà, oggi non è quasi mai contemplata nei rapporti umani; è difficoltoso ascoltarsi, è quasi impossibile fermarsi un attimo e riflettere facendo silenzio fuori e dentro di noi, quel silenzio che ci permetterà di udire la voce interiore, di porci delle domande e darci delle risposte.
Non è vero che non siamo in grado di risolvere le nostre questioni, ogni nostro dubbio, ogni nostra paura, ogni nostra mossa, ha una spiegazione corretta e sincera dentro di noi.
Tutte le nostre domande hanno già una risposta, una risposta che non ascoltiamo, che ignoriamo, che non prendiamo in considerazione perchè quasi sempre non ci piace, perchè il più delle volte è scomoda, perchè spesso ascoltarla ci metterebbe in condizione di rivoluzionare totalmente la nostra vita, e tutto questo non è facile, per questo essere onesti con se stessi richiede un grande coraggio ed una forza interiore immensa.
Il prezzo da pagare sembra altissimo, ma la ricompensa in termini di serenità, di pace e di appagamento, è incalcolabile.
Nessuno riflette sul fatto che, quel che sembra una comoda disonestà verso se stessi, non è altro che un tradimento nei confronti della persona più importante della nostra vita: NOI.
Troviamolo il coraggio di ascoltarci, la nostra anima ci parla in continuazione. Troviamola la forza per migliorarci, anche quando tutto questo significa perdere le apparenti certezze a cui siamo ancorati, anche quando tutto questo significa vivere da straniero nella propria terra, anche quando tutto questo significa dolore, lacrime, solitudine ed intolleranza da parte degli altri.
La gioia interiore che soltanto noi stessi possiamo regalare a noi, è incommensurabile, e vale la pena di tentare.

Isabella Grumo