Alcuni sintomi sono segnali che necessitano un’attenzione immediata.

Quando qualcosa non va il corpo umano invia questi segnali….

Dolori al petto, respiro corto, vertigini, questi sono alcuni dei sintomi più familiari, ma anche altri problemi meno frequenti possono insorgere e bisogna essere in grado di capire quali sono importanti e quali no.
Accade molto spesso che un sintomo sottovalutato porti alla morte, mentre altri colti appena in tempo salvino la vita.

Qui di seguito ecco 6 importanti sintomi a cui bisogna prestare la massima attenzione:


1.
Se si ha un’inspiegabile perdita di peso o di appetito, ci potrebbe essere dietro una patologia importante. Se si è a dieta la perdita di peso è normale, ma se si sta mangiando sempre nello stesso modo ci potrebbe essere qualche problema serio. Per il cancro alle ovaie accade l’opposto: i fluidi si accumulano nell’addome e la nell’addome e la donna pensa di guadagnare peso, ma se si è rimasti ad un peso costante per anni è meglio vedere un dottore.
2.
Una parlata strascicata, paralisi, debolezza, dolori brucianti, confusione, intorpidimento e formicolio sono segnali di un colpo apoplettico e bisogna recarsi subito al più vicino centro di emergenza. Un trattamento immediato può prevenire un danno al cervello o addirittura salvare la vita.

3. Feci di color nero intenso possono indicare un’emorragia derivante da un’ulcera allo stomaco o all’intestino tenue. E’ importante fermare il sanguinamento ed assicurarsi che la causa non sia un cancro.
4. Un malditesta accompagnato da rigidezza del collo e febbre è un indicatore di una seria infezione chiamata meningite. Il non essere capaci di poggiare il mento sul petto può essere il segno di una meningite batterica. Occorre fare uso immediato di antibiotici per uccidere i batteri prima che infettino e danneggino il cervello.
5. Un improvviso, fortissimo malditesta, più forte di qualunque altro mai provato, può significare un sanguinamento del cervello. Bisogna recarsi immediatamente al pronto soccorso. Un aneurisma cerebrale è raro, ma può verificarsi anche in persone sotto i 40 anni. Se trattato immediatamente ci si può salvare la vita.
6a. Per le donne: un sanguinamento vaginale dopo la menopausa è un segno di possibile cancro dell’utero.
6b. Per gli uomini: un bozzo in un testicolo, con o senza la presenza di un piccolo bozzo all’inguine, può significare un cancro al testicolo. E’ consigliabile controllare ogni tanto, ad esempio sotto la doccia, l’assenza di una tale anomalia.