La mia gioia è quella gioia leggera, fatta di spensieratezza interiore, fatta di piccoli momenti di luce capaci di illuminare a giorno la notte più nera.
La mia gioia è alimentata dal desiderio di crescere, di continuare a costruire la mia vita nonostante contesti e persone tentino di stroncarla; è una brezza leggera dal profumo di violette che perennemente mi avvolge il cuore, è un sussulto di felicità per un traguardo raggiunto, è una esplosione di colori nell’anima per un esito positivo, è un tiepido e rassicurante sole quando incontro il sorriso sincero degli altri.

Questa è la mia gioia, fatta di cose semplici, fatta di parole pronunciate con dolcezza, fatta di presenza discrete e sincere nelle mie giornate; una gioia capace di colmare quell’immenso vuoto provocato dalla perfidia e dalla brama di vendetta degli altri.

Questa è la mia gioia, autenticamente grande e profonda, non il risultato di un quadretto esistenziale idilliaco, ma la capacità di cogliere il bello della vita qui ed ora, e mai una contabilità di sentimenti con saldo in attivo.

Isabella Grumo