In un mondo dove tutto sembra limitato e ridotto alle manifestazioni esteriori, alle esibizioni di forza fisica e alla competizione fine a se stessa su tutti i fronti… nulla ci meraviglia più ormai.
Assistiamo quasi passivamente a comportamenti a dir poco isterici e patologici di persone che limitano ogni loro “espressione personale” alla sfera puramente esteriore, facendone una filosofia di vita e cercando di imporla dappertutto quasi come l’unico “modus vivendi” degno di considerazione e rispetto.

I videogiochi, la televisione, i giornali, non fanno che celebrare ripetutamente ed ininterrottamente la forza fisica, magari associata alla violenza ed alla prepotenza. Ed uno dei disastrosi risultati di questo stato di cose è proprio il bullismo e la delinquenza.


Tutto ciò che gira intorno a noi è quasi il naturale sviluppo, la scontata conseguenza di questa specie di scuole di pensiero, perchè quasi chiunque ormai è convinto che ogni cosa della vita e del mondo possa manifestarsi con la prepotenza, la prestanza e la forza.
I nostri figli si atteggiano, non solo durante l’infanzia, a tanti piccoli e malvagi supereroi, con la convinzione sempre più radicata che ci si possa considerare meglio degli altri soltanto quando si ha il coraggio di minacciare, la forza di picchiare, di intimorire, di uccidere, di ferire con le parole… e chiunque non rientri in questo contesto sia soltanto uno smidollato senza carattere, senza coraggio e senza forza!

Ma è davvero questa la verità?
Io non penso assolutamente che sia così, tutt’altro…
Coraggio = Violenza?
Forza = Distruzione e Morte?

Ma quando poi a queste persone accade qualcosa di veramente serio e personale, cosa ne è della loro forza e del loro coraggio? Il più delle volte si assiste ad un totale sgretolamento del “se”, si assiste all’arrivo di una profonda depressione e addirittura ai tentativi di suicidio o di violenza rivolta verso se stessi e verso chi non ha nessuna responsabilità.
Il più delle volte accade che, quando ci si ritrova da soli, e il branco non è più disponibile ad assicurarci una certa incolumità, allora succede che… guardandosi allo specchio si scopra di non sapere assolutamente chi sia quella persona che vediamo riflessa, ci si renda conto di non avere mai saputo cosa si desideri dalla propria vita, ma soprattutto si comprenda che di se stessi non si conosce assolutamente nulla, a partire da cosa ci fa piacere e cosa non si riesca proprio a sopportare.

Ed il coraggio? Dove è finito il coraggio, o meglio, quello che si pensava essere il coraggio, ma che non è altro che vuota ed inutile presunzione.
E la forza? Dove è finita la forza?

Ed ecco che a questo punto mi chiedo come si manifesti la vera Forza?
Secondo voi, è più forte e coraggioso un lottatore di Sumo, di Wrestling, un supereroe, Rambo… oppure una madre africana che affronta le insidie della sua terra per procacciare cibo ai propri figli?


Secondo voi, è più forte e coraggioso un bullo, oppure una donna che scava la fossa con le nude mani, per seppellire il proprio figlio morto di fame e di stenti?

Secondo voi è più coraggioso il giovane sballato, appena uscito dalla discoteca o dal locale notturno, oppure quella persona sorridente che, sdraiata su un lettino si appresta ad entrare in sala operatoria, dove si giocherà la sua partita per la vita?


Secondo voi è più coraggioso il tizio che gioca ad una specie di roulette russa passando a tutta velocità con la sua auto al semaforo rosso di un pericoloso incrocio, oppure il bambino che dopo aver fatto la chemioterapia dice alla mamma di non preoccuparsi per lui, e le accarezza la testa per darle conforto?

Eccolo il vero coraggio… e voi come lo manifestate?
Che male c’è nel riconoscere i propri limiti e le proprie fragilità… non dobbiamo a tutti i costi vivere cercando di dimostrare qualcosa agli altri, ma cerchiamo piuttosto, di vivere seguendo la luminosa energia che il nostro cuore ci procura, e accettando ogni limite invalicabile senza renderlo motivo di sofferenza o di vergogna.
Prendiamo coscienza del fatto che, molto spesso, i nostri limiti possono diventare il nostro punto di Forza….

Isabella Grumo